“Non mi stanco ancora a stare sotto il sole, a prenderti la mano, a dirti che ti amo.”

 

 

Jovanotti, nato a Roma il 27 settembre 1966 da Mario Cherubini e Viola Cardinali, è il terzo di quattro fratelli: gli altri sono Umberto (a cui Lorenzo ha dedicato la canzone “Fango”), pilota privato di aeroplani da turismo, morto nel 2007 a causa di un incidente aereo, Bernardo, che ha lavorato nel mondo dello spettacolo come attore (ad esempio nel film Panarea) e come presentatore, e Anna. La sua famiglia è toscana, originaria di Cortona, in provincia di Arezzo. Nel corso della sua infanzia, Lorenzo tornava spesso in quella cittadina, mentre adesso vi risiede stabilmente tanto che gli è stata conferita la cittadinanza onoraria. A Roma studia presso il liceo Malpighi. Il 6 settembre 2008 ha sposato a Cortona, nella Chiesa di Santa Maria Nuova, la compagna Francesca Valiani con la quale conviveva da parecchi anni. I due hanno una figlia, Teresa, nata il 13 dicembre 1998. 

Ti sposerò è una stupenda poesia d’amore. Accompagnata da una melodia dolce e simpatica allo stesso tempo, questa canzone esprime al meglio l’amore incondizionato verso una persona.

 

Non mi stanco ancora
A stare sotto il sole
A prenderti la mano
A dirti che TI AMO
Passeranno gli anni
cambierò colore
ma io son sicuro che
saremo ancora NOI DUE!                                                                                                                    
Come l’asino ed il bue
come il bianco ed il nero
come una bicicletta che va
sopra la collina
In salita a faticar
e poi giù come a planar tra mille girasoli
Tra tutti quei colori
Verso una piccola Abbazia
Dove ogni giorno che vivrò
Ti sposerò

Giorno dopo giorno, ora dopo ora
Siamo diventati forti come una verità
Ricominciamo
Andiamo lontano come sconosciuti
Soli in una grande città
Ciao piacere come stai
Di che segno sei
Come ti chiami, andiamo via
Lungo l’autostrada con lo zaino in autostop
Arrivare a Capo Nord tra tutti quei gabbiani
E prenderti le mani
Noi due abbracciati in un igloo
Dove ogni inverno che vivrò
Ti scalderò

Che ogni giorno sia un giorno d’amore
E ogni luna una luna di miele.

Commenti

commenti