Chrissie Manby è nata e cresciuta a Gloucester, vive a Londra. Quando non è impegnata davanti al computer a scrivere nuove storie, ad aggiornare il suo sito o a mandare messaggi su Twitter, cerca ispirazione facendo shopping in sfiziosi negozietti londinesi e prendendManby_Due matrimoniosi rilassanti pause in centri benessere. I due matrimoni è il suo primo romanzo pubblicato in Italia e tratta la storia di due donne, Kate e Diana, alle prese, più o meno volentieri, con l’organizzazione del loro matrimonio. Si tratta di due nomi scelti non a caso, bensì per richiamare alla mente due personaggi a noi famosi, ossia : Kate Middleton, moglie del principe William, e Diana Spencer, principessa del Galles. Infatti, le due storie si intrecciano paradossalmente grazie alle varie vicende che hanno segnato, positivamente o negativamente, questi due personaggi famosi. Una data, un nome, un destino. Nata il giorno delle nozze tra il principe Carlo e l’amatissima principessa del Galles, Diana è cresciuta in un mondo dorato, coccolata e viziata dai genitori, sempre pronti a esaudire ogni suo desiderio. E ora che è stata fissata la data del matrimonio con il suo Ben, lei ha un unico pensiero in testa: organizzare un evento indimenticabile, “regale”. Alla soglia dei quarant’anni, Kate non ha mai pensato di sposarsi: troppi impegni lavorativi, troppe cose da fare e, soprattutto, nessun uomo che le abbia davvero fatto palpitare il cuore. Ma adesso è diverso. Prima di tutto, nella sua vita è entrato Ian, una persona generosa e affidabile che sa metterla sempre a suo agio e che la capisce. Poi c’è la terribile malattia della madre, alla quale ormai rimangono pochi mesi di vita. E forse è proprio per farle un ultimo regalo, che Kate accetta la proposta di matrimonio di Ian. L’importante, però, è che la cerimonia sia sobria e per pochi intimi. Diana e Kate, due donne agli antipodi, che s’incontrano per caso davanti a un vaporoso abito da sposa, un trionfo di tulle e organza, col corpetto impreziosito da rose ricamate a mano. Il vestito ideale per Diana, troppo appariscente per Kate. Ma il fato, si sa, è capriccioso. Quest’abito principesco, infatti, sembra sia stato disegnato apposta per Kate: uno sgarbo intollerabile per Diana, che entra così in fibrillazione. Ed è solo l’inizio, perché l’organizzazione dei due matrimoni ha in serbo molte altre sorprese.

Commenti

commenti