Per le coppie cattoliche, praticanti e non, il cuore pulsante delle nozze è rappresentato, senza dubbio, dalla cerimonia religiosa. Pronunciare il fatidico “si” dinnanzi al sacerdote, scambiarsi le fedi, promettersi fedeltà ed amore eterno, sono momenti indimenticabili e carichi di emozione. Diventa, quindi, fondamentale rendere partecipi il più possibile i propri ospiti non solo durante il ricevimento nuziale ma anche in Chiesa. Ecco che, nel tempo, ha riscosso sempre più successo il “libretto” contenente tutti i passaggi cruciali della messa e, dunque, le varie fasi della cfb_117885celebrazione, le letture, i canti e le preghiere.

La scelta delle letture va ben ponderata poiché ognuna di esse racchiude in sé un significato profondo. Pensando di aiutare tutte le coppie che, in questo momento, stanno ricercando tutto il materiale per la realizzazione del libretto, abbiamo pensato di selezionare le letture principali che, a nostro avviso, risultano essere le più significative. Ve le proponiamo.

 

 

 

PRIMA LETTURA

Dal libro di Tobia (8, 4b-8)       

[La sera delle nozze] Tobia si alzò dal letto e disse a Sara: ?Sorella, alzati! Preghiamo e domandiamo al Signore che ci dia grazia e salvezza?.

Essa si alzò e si misero a pregare e a chiedere che venisse su di loro la salvezza, dicendo: benedetto sei tu, Dio dei nostri padri, e benedetto per tutte le generazioni è il tuo nome! Ti benedicano i cieli e tutte le creature per tutti i secoli! Tu hai creato Adamo e hai creato Eva sua moglie, perché gli fosse di aiuto e di sostegno. Da loro due nacque tutto il genere umano. Tu hai detto: non è cosa buona che l’uomo resti solo; facciamogli un aiuto simile a lui. Ora non per lussuria io prendo questa mia parente, ma con rettitudine d’intenzione. Dègnati di aver misericordia di me e di lei e di farci giungere insieme alla vecchiaia. E dissero insieme: Amen. Parola di Dio.

 

SALMO

(Dal Salmo 22)

Rit. Non temeremo alcun male, Signore: tu sei con noi.

 

Il Signore è il mio pastore:

non manco di nulla;

su pascoli erbosi mi fa riposare

ad acque tranquille mi conduce.

 

Mi rinfranca, mi guida per il giusto cammino,

per amore del suo nome.

Se dovessi camminare in una valle oscura,

non temerei alcun male, perché tu sei con me.

Il tuo bastone e il tuo vincastro

mi danno sicurezza.

 

Davanti a me tu prepari una mensa

sotto gli occhi dei miei nemici;

cospargi di olio il mio capo.

Il mio calice trabocca.

 

Felicità e grazia mi saranno compagne

tutti i giorni della mia vita,

e abiterò nella casa del Signore

per lunghissimi anni.

 

SECONDA LETTURA

Dalla lettera agli Ebrei (13, 1-4, 5-6)

Fratelli, perseverate nell’amore fraterno. Non dimenticate l’ospitalità; alcuni, praticandola, hanno accolto degli angeli senza saperlo. Ricordatevi dei carcerati, come se foste loro compagni di carcere, e di quelli che soffrono, essendo anche voi in un corpo mortale.

Il matrimonio sia rispettato da tutti e il talamo sia senza macchia.

La vostra condotta sia senza avarizia; accontentatevi di quello che avete, perché Dio stesso ha detto: Non ti lascerò e non ti abbandonerò. Così possiamo dire con fiducia: Il Signore è il mio aiuto, non temerò. Che mi potrà fare l’uomo. Parola di Dio.

 

VANGELO

Dal Vangelo secondo Matteo (5, 13-16)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:

Voi siete il sale della terra; ma se il sale perdesse il sapore, con che cosa lo si potrà render salato? A null’altro serve che ad essere gettato via e calpestato dagli uomini.

Voi siete la luce del mondo; non può restare nascosta una città collocata sopra un monte, né si accende una lucerna per metterla sotto il moggio, ma sopra il lucerniere perché faccia luce a tutti quelli che sono nella casa. Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al vostro Padre che è nei cieli. Parola del Signore.

 

Che ne pensate?

Commenti

commenti