Il tuo lui ti ha chiesto la mano e tu, sull’onda dell’entusiasmo e dell’amore, gli hai detto di “SI”. Il giorno successivo, mettendovi a tavolino, avete dovuto fare i conti con la triste realtà: i soldi scarseggiano ma voi non volete comunque rinunciare al sogno della vostra vita.

 In Gran Bretagna, lo scorso anno, una coppia di artisti è riuscita ad organizzare il proprio matrimonio investendo solo 1 sterlina per l’abito da sposa, oltre alle 70 sterline da pagare obbligatoriamente per le spese della cerimonia. Fin dal fidanzamento i futuri sposi avevano deciso di organizzare un matrimonio lowcost , basato sul riciclo e sull’autoproduzione e, con un pizzico di impegno, ce l’hanno fatta!
Inoltre, una coppia statunitense è riuscita a finanziare il proprio matrimonio grazie al riciclo delle lattine in alluminio. I futuri sposi avevano calcolato che sarebbe stato necessario raccogliere ben 400mila lattine da vendere alle società che si occupano dello smaltimento dell’alluminio, per ottenere il risultato sperato. Con l’aiuto di amici e parenti hanno raggiunto l’ambizioso obiettivo.

Si tratta probabilmente di casi unici al mondo, ma le strategie per risparmiare sull’organizzazione del proprio matrimonio sono davvero numerose. Il grande giorno per gli sposi può diventare davvero unico e meraviglioso anche senza avviare un mutuo per le spese del ristorante e degli abiti da cerimonia.

SCELTA DEGLI INVITATI. Per organizzare un matrimonio indimenticabile, ma all’insegna del risparmio, il primo passo è rappresentato dalla scelta degli invitati, il passo più importante e difficile. Per decidere chi dovrà essere presente al tuo matrimonio il ragionamento da fare è semplice: “quali persone desideri avere accanto a te in uno dei momenti più importanti della tua vita?”.

PARTECIPAZIONI E BOMBONIERE. Una “voce” sulla quale puoi risparmiare una bella somma di denaro è quella relativa agli inviti: la soluzione ideale è, infatti, quella che ti permette di crearli da te, risparmiando e conferendo un tocco di originalità e personalità! Oggigiorno vanno sempre più di moda le partecipazioni via mail; per chi non dovesse disporre della mail, magari per i parenti più anziani, consegnate loro una partecipazione classica, ma stampata su carta riciclata. Anche per le bomboniere, come per gli inviti, puoi affidarti al “fai da te”, realizzando dei sacchettini con caramelle e confetti.

SCELTA DELLA DATA. Anche la scelta della data ha la sua importanza, in termini economici: le location, infatti, sono generalmente più costose durante i weekend, dunque potresti decidere di sposarti in settimana, magari di Venerdì.

RICEVIMENTO. Per quanto riguarda il pranzo/cena di nozze, potresti organizzare il ricevimento in un agriturismo oppure in una trattoria; in alternativa, se disponi di uno spazio di dimensioni adeguate (es. grande giardino) il ricevimento potresti organizzarlo proprio lì, soprattutto se lo stile del tuo matrimonio è casual ed informale. Ancora, per risparmiare, anziché di un pranzo in cui si sta seduti e si viene serviti, si potrebbe optare per un aperitivo oppure un ricevimento a buffet.

MUSICA. Altrettanto importante è la musica: lascia il dj set oppure il gruppo live per  il post ricevimento e durante le varie portate collega un iPod con la playlist delle vostre canzoni preferite, che faranno da piacevole sottofondo.

FIORI. Una componente da non trascurare sono i fiori: le piante risultano più economiche rispetto ai fiori già recisi, per cui si può puntare su felci o fiori semplici ma di bell’aspetto, come i garofani. Se non vuoi rinunciare ai fiori per nessun motivo, invece di acquistarli affittali: molti fiorai propongono questa soluzione. Se invece, vuoi optare per qualcosa di ancora meno dispendioso e forse più originale, allora via libera ai palloncini, di vario colore ma assolutamente di un’unica forma: il cuore!

prestiti_matrimonio_630x390

ABITO ED ACCESSORI. Per quel che riguarda l’abito e gli accessori, questi sono fondamentali per la sposa e con una scelta adeguata si potrà avere ciò che si desidera, senza intaccare in modo pesante il bilancio pianificato per le nozze. Potresti acquistare l’abito in uno dei tanti outlet specializzati, su Internet, oppure affittarlo. Ma se quello della mamma o della nonna è ancora in buono stato, della tua taglia e, soprattutto, ti piace, perché non indossarlo? Con qualche piccola modifica e l’aggiunta di piccoli dettagli, sembrerà come nuovo. Anche per gli accessori vale lo stesso discorso: la nonna o la mamma saranno ben felici di vederti indossare una delle cose a loro più cara, che hanno conservato con amore nel corso degli anni. E per i gioielli, potranno prestarti un filo di perle o una collana con punto luce. Per quanto riguarda le scarpe, invece, ti consigliamo di comprarne un paio nuovo, ma senza scegliere modelli ultrascintillanti che non potrai più riutilizzare! Chi sceglierà una cerimonia laica, sposandosi in municipio, potrebbe optare per un abito elefante o da sera, da poter riutilizzare in altre occasioni. Anche lo sposo potrà scegliere un completo adatto ad altre ricorrenze.

FOTOGRAFIE, ACCONCIATURA E MAKEUP. Per quanto riguarda la pettinatura, un raccolto morbido, con l’aggiunta di qualche fiore di campo, può rappresentare una soluzione economica e molto chic. Per il trucco, se te la cavi, perché non fare da te? Un makeup semplice, che predilige i toni neutri e che punti tutto su occhi e bocca, per valorizzare sorriso e sguardo. Tra i vostri amici, o conoscenti, potrebbe esserci una persona particolarmente brava nello scattare fotografie, nel makeup o nel realizzare acconciature. In questo modo, il favore richiesto ad uno degli invitati potrebbe trasformarsi nel loro regalo di nozze, facendovi risparmiare diverse centinaia di euro. Per quanto riguarda le fotografie, potreste fare a meno del classico album cartaceo e preparare un video digitale o una presentazione facile da mostrare anche dalla Tv o dal cellulare, con i file delle immagini che avrete a disposizione. Potreste stampare solo le foto più belle e significative ed il risparmio sarà assicurato.

MEZZO DI TRASPORTO. Se da sempre sogni un certo tipo di macchina, puoi provare a chiedere a conoscenti e amici se te la possono prestare per quel giorno, eleggendo il proprietario come autista personale. Altrimenti, perché non scegliere un vespino vintage oppure una bicicletta?

Commenti

commenti