Nel momento in cui si riceve un invito di matrimonio, la prima domanda che (soprattutto) le donne pongono a sé stesse è: “Cosa mi metto?” si fa presto a farsi prendere dal panico e la paura di poter risultare inadeguate prende il sopravvento

Eccoci qua a darvi qualche buon consiglio e qualche utile informazione che vi aiuterà a schiarirvi le idee.

Innanzitutto bisogna dire che non esiste l’abito giusto e l’abito sbagliato in senso assoluto. Occorre abbandonare queste categorie e iniziare a pensare che esiste l’abito adatto e quello non adeguato(alla persona, alla location, al tipo di cerimonia).

Come primo step occorre “analizzare” l’invito perché da questo si possono reperire informazioni utili per rendere adeguato il nostro look. L’indicazione della location è un dettaglio non trascurabile così come non lo è l’orario del ricevimento e poi, lo stile dell’invito (carta, carattere di scrittura ed eventuali personalizzazioni) ci può far capire quale sarà lo stile e il file rouge del lieto evento.

Focalizziamo l’attenzione principalmente sui colori e su due tinte da evitare per il nostro outfit:

  1.  Un NO deciso all’abito total white!!! Il bianco è per antonomasia il colore della sposa, vera e indiscussa protagonista della giornata sulla quale cadranno gli occhi di tutti gli invitati… A lei soltanto sarà concesso un look total white!
  2. Sfatiamo poi un mito secolare in base al quale si fa presto ad associare ricevimento serale e abito nero: NO, anche questo non va. Il matrimonio è una festa in cui gli invitati partecipano alla felicità degli sposi gioiendo con loro. Immaginiamo un ricevimento in cui il look femminile si veste prevalentemente in total black… Beh, non sarebbe un bel vedere!!!

Se proprio non riuscite a staccarvi dall’abito scuro la sera, una valida alternativa potrebbe essere il blu intenso (tra i colori di maggiore tendenza per la stagione ventura) magari impreziosendo il vostro out-fit con accessori e gioielli capaci di donargli lucentezza e brio.

Commenti

commenti