La serenata rappresenta un bellissimo atto d’amore, di moda soprattutto nei paesi del Sud Italia. A chi di voi non è capitato, almeno una volta, di assistere a “Lui” più o meno stonati che dichiarano amore eterno sotto il balcone della futura sposa?

Se è anche vostra intenzione organizzare una bellissima sorpresa alla vostra Lei, è necessario non sottovalutare alcuni momenti importanti della serenata.

 

ORGANIZZAZIONE

Valutare se il luogo, cioè la casa dei genitori della futura sposa, è adatto peserenata012r lo svolgersi di una serenata, sta alla base dell’organizzazione: uno spazio troppo piccolo non consentirebbe allo sposo ed agli invitati di stare comodamente a guardare lo “spettacolo”, ammassati tra loro. Inoltre è importante capire se i vicini sono dei tipi un po’ particolari, che vanno a letto presto oppure che fanno problemi per qualsiasi cosa. In questo caso diventa indispensabile avvertirli dello svolgersi della serenata, in modo da evitare spiacevoli inconvenienti.

Il tutto, ovviamente, è ancora più bello se viene organizzato in gran segreto! La sposa non deve sapere niente ed il fidanzato dovrà avere degli alleati molto potenti che mandino fuori strada la sposina che potrebbe sospettare il tutto.

 

GIORNO E ORA

La serenata tradizionalmente viene dedicata dal futuro sposo alla futura sposa, nel giorno che precede il matrimonio. Secondo Matrimoniamo.it è meglio programmarla qualche giorno prima, essenzialmente per due motivi: il primo è che, essendo una dichiarazione d’amore, è preferibile che giunga in maniera inaspettata; il secondo è che questa opzione consentirebbe di rimandare la serenata al giorno successivo in caso di pioggia o lievi malanni.

Per quanto riguarda l’orario, ovviamente l’evento dovrà svolgersi di sera: ciò non significa che la serenata dovrà svolgersi alle 2 di notte, perché è giusto rispettare il riposo del vicinato; d’altra parte, organizzarla troppo presto risulterebbe inopportuno, poiché la futura sposa potrebbe essere a cena. L’orario più indicato, perciò, è tra le 20:30 e le 24.

 

CANZONI

Le canzoni variano da 3 a 10. Tre è il numero minimo per poter dare luogo ad un’esibizione che sottolinei l’affetto che lega i futuri sposi; eseguirne in numero maggiore a 10 è controproducente, poiché ascoltare tantissime canzoni d’amore può portare sia gli sposi che il pubblico presente allo sfinimento.

Serenata per sito

Lo stile delle canzoni sarà lo sposo a sceglierlo, poiché conosce i gusti della sposa e sa anche quali sono le melodie che hanno legato ed accompagnato la loro storia d’amore. Il nostro consiglio è quello di non scegliere un repertorio che abbia come unico tema l’amore sdolcinato: meglio accostare un lento ad una canzone allegra. Se avete una vostra canzone valutate bene se farla cantare nel momento della serenata, oppure se utilizzarla come sottofondo del vostro primo ballo, durante il ricevimento. Inoltre, è meglio scegliere un repertorio italiano, in modo che il messaggio musicale che desiderate trasmettere alla vostra sposa, sia condiviso in pieno da tutti i presenti.

La scelta delle canzoni deve ricadere prevalentemente su brani il cui testo sia pertinente al momento, quindi canzoni d’amore che parlano di storie a lieto fine: la prima regola è, perciò, ascoltare il testo e valutare il messaggio che trasmette!

 

Ecco una serie di canzoni che potrete utilizzare per il momento della serenata:

  • Il regalo più grande – Tiziano Ferro
  • Una canzone d’amore – 883
  • Ti sposerò perché – Eros Ramazzotti
  • Tu sei l’unica donna per me – Alan Sorrenti
  • Rose Rosse – Massimo Ranieri
  • L’emozione non ha voce – Adriano Celentano
  • Una rosa blu – Michele Zarrillo
  • Quando ami una donna – Fausto Leali
  • Più bella cosa – Eros Ramazzotti
  • Un’avventura – Lucio Battisti
  • Tu si ‘na cosa grande – Domenico Modugno
  • Fiore di Maggio – Fabio Concato
  • I migliori anni della nostra vita – Renato Zero
  • Il mondo insieme a te – Max Pezzali
  • Pazzo di lei – Biagio Antonacci
  • Vieni da me – Vibrazioni
  • Ti amo – Umberto Tozzi
  • Sarà perché ti amo – Ricchi e Poveri (insieme agli amici)
  • Lauretta mia

 

Il primo momento della serenata è quando lo sposo inizia a cantare e la sposa si affaccia dal balcone: qui la canzone deve essere scelta con cautela, poiché rappresenterà il primo impatto emotivo della vostra fidanzata. Ma fate attenzione: se pensate di far cantare sin dall’inizio un cantante al vostro posto, è meglio lasciar perdere. Infatti solo dopo un po’ che avrete cantato, e la vostra futura sposa avrà capito quello che sta succedendo, potrete lasciare il posto al professionista: voi, intanto, raggiungerete la sposa e vi affaccerete insieme a lei dalla finestra! Poi la festa proseguirà con tanto di pasticcini e stuzzichini vari, ballando a ritmo di tarantella e rimanendo in compagnia.

Commenti

commenti